Diritti dei passeggeri

Autobus, treno e aereo: quali diritti hanno i passeggeri?

 
Non importa se si viaggia per affari, per visitare le città o per una vacanza al mare – gli italiani amano viaggiare. Anche se la maggior parte dei viaggi si svolge di solito senza difficoltà, alcune volte ci possono essere dei problemini. Ritardi, coincidenze perse e bagagli smarriti sono tra le problematiche più fastidiose. In questi casi conviene conoscere i propri diritti ed essere informati tramite i competenti punti di riferimento. Che si tratti di un viaggio in aereo, in treno o in autobus, ci sono leggi e regolamenti che disciplinano esattamente quando i viaggiatori hanno diritto ad un risarcimento e di quale genere.

Panoramica dei diritti dei passeggeri

Su CheckMyBus trovi tutto ciò che devi sapere sui tuoi diritti come passeggero. Ti informiamo su quale risarcimento ti spetta per i ritardi, per quali gruppi di persone sono stabilite riduzioni per legge e cosa succede se il bagaglio viene danneggiato.

Diritti dei passeggeri: Autobus, treno e aereo: quali diritti hanno i passeggeri?Ritardi e cancellazioni
Bagagli
Danni a persone o cose
Mobilità ridotta
Riduzioni per determinati gruppi di persone

Così puoi far valere i tuoi diritti

I diritti dei passeggeri di solito seguono precisi regolamenti dell’UE. Spesso questi rappresentano tuttavia solo una base di riferimento o una raccomandazione, per cui i singoli paesi sono tenuti a definire, per se stessi, le disposizioni in maniera ancora più precisa. È sempre bene, prima di partire, informarsi sulle condizioni del traffico e su ritardi e cancellazioni come anche, se si viaggia all’estero, sui diritti che vengono applicati nel luogo di vacanza che non sempre corrispondono a quelli del proprio paese.

Non è tuttavia sufficiente conoscere i propri diritti come passeggeri, ma si deve anche capire come ottenere un risarcimento in caso di cancellazione, ritardo o sciopero, non importa con quale mezzo si sia deciso di viaggiare. Il treno, ad esempio, è uno dei mezzi di trasporto più a rischio di ritardi, scioperi, cancellazioni. In caso un treno accumuli un ritardo superiore ai 60 minuti, la compagnia ferroviaria offre il rimborso completo del biglietto o della parte di viaggio non ancora effettuato. Il passeggero può anche decidere di continuare il viaggio con mezzi sostitutivi offerti dalla compagnia ferroviaria. Per i rimborsi ti basterà compilare un modulo online di Trenitalia o contattare il servizio clienti di ItaloTreno. Dovresti ricevere una risposta entro 30 giorni dall’invio della richiesta.

Per qualsiasi richiesta più specifica per rimborsi, informazioni sugli orari di partenza e arrivo, informazioni per i passeggeri con mobilità ridotta è possibile contattare il 199. 89.20.21 attivo tutti i giorni 24 su 24.