L’autobus a idrogeno sarà pronto per Tokyo 2020

L'autobus a idrogeno sarà pronto per Tokyo 2020Gli autobus alimentati a idrogeno saranno pronti per le Olimpiadi di Tokyo 2020. La Toyota ha deciso di investire da anni nell’idrogeno come forma di combustibile alternativo. E come prossimo grande passo nella sua strategia, l’azienda ha deciso di introdurre una flotta giapponese di ben 100 veicoli che usano l’idrogeno come combustibile, proprio in tempo per i Giochi Olimpici e Paralimpici che si svolgeranno a Tokyo nel 2020. Questi nuovi autobus, che dovrebbero integrare parte del trasporto pubblico regolare della città sono stati già lanciati all’inizio di quest’anno in modo che i passeggeri inizino a essere a proprio agio con questa novità.

Lo scorso febbraio, il Governo Metropolitano di Tokyo ha ricevuto i primi autobus a idrogeno venduti con il marchio Toyota. Questi autobus che utilizzano l’idrogeno come combustibile percorrono il tratto Toei – Tokyo. Dopo una breve fase di adattamento e di familiarizzazione, la Toyota prevede di introdurre più di 100 autobus alimentati a idrogeno in tempo per essere utilizzati nei prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo nel 2020.

Come funziona l’autobus alimentato da idrogeno?

Dall’unione di due atomi di idrogeno con l’ossigeno c’è un processo chimico in cui viene formata l’acqua e viene generato anche un ulteriore rilascio di elettricità. Usando un convertitore che è in carica, si può portare questa elettricità ad una batteria, che sarà poi responsabile per la potenza del motore. L’acqua formatasi viene espulsa come perdita di vapore attraverso il veicolo e il resto dell’energia viene utilizzata per caricare una batteria ausiliaria che è responsabile di fornire corrente elettrica ai diversi sistemi dell’autobus.

I principali vantaggi di un autobus alimentato da idrogeno:

L'autobus a idrogeno sarà pronto per Tokyo 2020Il Sistema Cellular Toyota Fuel (TFCS) offre una maggiore efficienza rispetto ai motori a combustione interna e prestazioni ambientali ottimizzate, in quanto non emette CO2 o altre sostanze dannose per l’ambiente. Inoltre, tali veicoli hanno anche un sistema di alimentazione esterna di capacità elevata che potrebbe essere utilizzata come fonte di energia in caso di emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *