Città secondarie ma da visitare con l’autobus

Città secondarie ma da visitare con l'autobusQuando si vuole pianificare un viaggio nel BelPaese le prime città che ci vengono in mente sono le classiche: Roma, Venezia, Firenze o Milano. Senza nulla togliere a questi centri nevralgici ed unici, questo potrebbe essere solo il punto di partenza per scoprire un paese ricco di secoli di storia, viste mozzafiato, cucina inimitabile e di sorprese che ci attendono dietro ogni angolo. Per questo motivo, abbiamo messo insieme una piccola lista di alcune città italiane raggiungibili con l’autobus low-cost che valgono assolutamente la visita.

Bergamo

Ignorata da molti viaggiatori che preferiscono la vicina città di Milano, Bergamo è considerata “la migliore città di montagna” in Lombardia. La sua Piazza Vecchia è una delle più belle d’Italia. È una città circondata da mura, con affascinanti viuzze dove potrai fermarti per mangiare un gelato. È anche il punto di partenza perfetto per esplorare i campi della regione e i laghi italiani.

>> Autobus verso Bergamo <<

Ferrara

A differenza di altre città italiane, Ferrara deve ancora essere invasa da folle di turisti. Governata per molti secoli dalla famiglia d’Este, ha un quartiere medievale incredibilmente conservato, accanto a un altro rinascimento. La divisione è contrassegnata da un edificio ostentato.

>> Autobus verso Ferrara <<

Lucca

È il segreto meglio custodito in Toscana. Chiamata anche la città dalle 100 chiese, all’interno delle sue maestose mura, il cuore romano e medievale di questa città è un misto di piazze, piccole chiese, gallerie d’arte e strade strette. È un mistero che molte persone non visitino questa piccola ma bella città. Vicino alla città di Lucca, sempre nella sua provincia, non perdetevi la Versilia e le sue spiagge, Barga e la splendida Garfagnana e le Alpi Apuane.

>> Autobus verso Lucca <<

Ravenna

I mosaici bizantini di Ravenna, nominati dall’UNESCO, sono tra le meraviglie d’Italia. E sono ancora più mozzafiato quando sono illuminati di notte. Durante la stagione del “Mosaico di Notte” (da fine giugno a inizio settembre), quattro dei principali monumenti della città, dal VI all’VIII secolo, tra cui San Vitale e il Mausoleo di Galla Placidia, sono aperti per visite guidate nelle serate il martedì e il venerdì. Durante la festa di Sant’Apollinare, la patrona della città, Ravenna si anima con concerti, bancarelle, fuochi d’artificio e spettacoli di luci e suoni.

>> Autobus verso Ravenna <<

Trieste

Il porto italiano di Trieste ha una vita e una storia affascinante, e probabilmente serve il miglior caffè del paese. I Triestini abbracciano la vita con una passione contagiosa. È una città di frontiera, occupata da molti anni, dopo essere finalmente tornata in Italia nel 1954. La conseguenza è una miscela di influenze architettoniche ed etniche – ci sono chiese serbo-ortodosse, chiese greco-ortodosse ed evangelisti elvetica, mentre la sinagoga della città è una delle più grandi d’Europa.

>> Autobus verso Trieste <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *