Come si viaggiava prima di prenotare il tuo viaggio in bus online?

Come si viaggiava prima di prenotare il tuo viaggio in bus online?Al giorno d’oggi, quando abbiamo in programma un viaggio senza sapere ancora la destinazione, la prima cosa che facciamo è accendere il nostro tablet, notebook, computer o semplicemente il telefono per iniziare la ricerca: quali sono le destinazioni più gettonate? Quali i voli più economici? Prenotiamo un albergo o prendiamo un appartamento condiviso?
In quale area si trovano i ristoranti e i bar? Nessun problema, tutte le risposte sono online, accessibili da tutti in qualsiasi punto del mondo ti trovi. Ma riesci ad immaginare come fosse viaggiare prima che arrivasse la grande invenzione di internet? D’altronde, sin dalle più antiche origini della Terra vi sono stati viaggiatori storici in grado persino di scoprire nuovi mondi, basti pensare a Cristoforo Colombo, partito alle volte dell’India per finire esattamente nel punto più lontano dall’India sulla Terra! Scopri qui come si viaggiava in un passato non troppo lontano.

L’agente di viaggio era il tuo migliore amico

L'agente di viaggio era il tuo migliore amicoOggi figura quasi sconosciuta, l’agente di viaggio era responsabile della nostra intera vacanza. Era lui a suggerire destinazioni, a fornire consigli sui posti più caldi da visitare, a proporre pacchetti viaggio e a prenotare i biglietti. Inoltre, riusciva sempre ad ottenere uno sconto sul prezzo per far sì che comprassimo i biglietti tramite la sua agenzia.

Tuttavia, se è vero che oggi Internet ha “rubato” alle agenzie una fetta di clienti per quanto riguarda le prenotazioni veloci di biglietti aerei e di hotel, è altrettanto importante sottolineare che la rete sta dando l’opportunità a tutte le agenzie medio-piccole di raggiungere molti clienti con un investimento economico non troppo oneroso.

Per dindirindina, credo di essermi perso

Per dindirindina, credo di essermi persoDa sempre uno dei problemi dell’uomo è stato quello di orientarsi, per questo motivo saper leggere una mappa o usare una bussola era di fondamentale importanza. L’avvento di Google Maps e dei navigatori GPS, facilmente reperibili ed utilizzabili sui moderni telefoni cellulari, hanno accelerato il “processo” pensionistico delle mappe tradizionali.
Ma non disperare: se il tuo telefono è senza batteria e ti sei perso in mezzo ad una città sconosciuta, la soluzione migliore è ancora quella di chiedere ad un passante in strada oppure di prendere un caffè e chiedere nella panetteria più vicina.

Siamo arrivati bene!

Siamo arrivati bene!Oggi, non appena arriviamo a destinazione, inviamo un messaggio tramite Whatsapp per avvisare che siamo arrivati sani e salvi a destinazione. Ma come funzionava senza Internet? Il buon vecchio telefono fisso, nonché le storiche cabine telefoniche, valevano oro e servivano a calmare la famiglia dall’altro capo della linea. In alcune regioni del nord Italia, oggi le cabine telefoniche sono state trasformate in mini biblioteche dove poter rilassarsi leggendo un buon libro messo a disposizione dalla città.

Dove andare a mangiare bene e a buon mercato?

Dove andare a mangiare bene e a buon mercato?Qui entrano in gioco le famose guide turistiche, che uscivano dagli zaini dei viaggiatori meglio preparati. Un altro modo per godere della gastronomia locale era quello di ricorrere al punto informazioni turistiche locale o di chiedere consigli nel nostro hotel.  Il turista d’oggi, che possiamo definire “turista 5 i” – infedele, informato, innovatore, illuso e intossicato – dà molto valore al proprio tempo libero e per tanto si informa preventivamente sulle cose da vedere, da fare, oltre che sugli eventi cui potrà partecipare durante il suo soggiorno.

La pellicola fotografica è finita…

La pellicola fotografica è finita...Qualche hanno fa, l’esploratore portava con sè rotoli di pellicola per la sua fotocamera e non appena tornava a casa correva a sviluppare i film. L’ansia cresceva di giorno in giorno in attesa del risultato tanto desiderato, finché finalmente le foto erano pronte. Le fotocamere tradizionali consentivano letteralmente di “catturare un momento”, poiché assorbito sulla pellicola resa sensibile alla luce attraverso una reazione chimica. Non era fantastico? Molto diverso da oggi, dove ognuno ha il proprio cellulare con una fotocamera integrata per scattare e pubblicare la foto in tempo reale nei vari social network.

Sembra impossibile, ma i nostri genitori hanno viaggiato in questo modo e, alla fine, hanno gioito della loro vacanza tanto quanto noi la apprezziamo oggi. Fortunatamente Internet ci aiuta a rendere la vita molto più facile. Se stai organizzando il tuo prossimo viaggio, dai un’occhiata a CheckMyBus. Confronta in pochi secondi le innumerevoli offerte di autobus, treni, corse in auto e voli verso la tua prossima vacanza!
Condividi questo post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *