10 consigli utili per essere un viaggiatore responsabile

Quando viaggi verso mete lontane, è facile lasciarsi coinvolgere e perdere persino il contatto con la realtà. Posti mozzafiato e luoghi indimenticabili ci fanno dimenticare lo stress giornaliero. Posti affascinanti ci travolgono in una vera e propria fase di relax, facendoci dimenticare i soliti impegni, doveri e problemi. Mentre però l’uno gode il momento, l’altro pensa già alla prossima vacanza, portandosi dei souvenir per avere un qualcosa a cui pensare, dopo aver ripreso di nuovo la vità di tutti i giorni. Tra i souvenir però alcuni turisti tendono a portarsi dietro anche ben altro, influenzando così l’eco sistema e le comunità locali.

1) Non portarti dietro la sabbia o le conchiglie del posto!

1) Consiglio: Non portarti dietro ne la sabbia e ne le conchiglie del posto!
Quello che per noi può essere un magnifico ricordo, potrebbe essere magari la casa di una certa specie marina. Uno studio durato più di 30 anni ha riscontrato come il “mi porto solo una conchiglia” abbia modificato la situazione sulle spiaggie: più turismo – meno conchiglie! Certo che l’inquinamento delle spiagge è dovuto ad altri fattori, questo è chiaro, ma lasciare le conchiglie nel loro habitat può aiutare più di quanto tu possa credere!

2) Non contrattare troppo…

2) Non contrattare troppo...
Nessuno vuole essere frodato. Sappiamo bene che un turista non esperto del posto rischia di trovarsi davanti offerte con prezzi molto più alti del normale. – D’altra parte però contrattare troppo con business locali può causare seri problemi. Non dimenticare il cambio della valuta ed il valore dei soldi in altri paesi! Risparmiare 1 EURO o 50 centesimi non cambierà di certo il tuo modo di vivere, ma potrebbe seriamente danneggiare i locali.

3) Non supportare luoghi che sfruttano o abusano animali

3) Non supportare luoghi che sfruttano o abusano animali
Hai mai sognato di salire su un elefante? Un’esperienza eccitante per un turista può equivalere ad una realtà tragica per i locali e gli animali. Molti parchi ed attrazioni che permettono ai turisti di interagire direttamente con gli animali, come ad esempio salire su un elefante o nuotare con i delfini, prevedono tecniche d’addestramento brutali che feriscono gli animali. Noi invece consigliamo i parchi ed i rifugi che proteggono specie in pericolo, come l’Happy Elephant Home a Chiang Mai.

4) NO alle cannucce di plastica!

4) NO alle cannucce di plastica!
La prossima volta che ordini un drink, lascia la cannuccia! Le cannucce di plastica spesso finiscono nell’oceano, danneggiando l’eco-sistema e gli animali. Sapevi che una persona getta ben 38.000 cannucce in 60 anni? Per fortuna in Europa questo non è più un problema, dato che le cannucce di plastica sono già state vietate, e si sta ora puntando ad eliminare completamente tutta la plastica monouso.

5) Mangia e acquista cibo e bevande locale

5) Mangia e acquista cibo e bevande locale
Scegli di vivere un’esperienza il più possibile autentica. Acquistare prodotti locali contribuisce al rinforzo dell’economia del posto e rappresenta il miglior modo per portarsi a casa un ricordo davvero speciale! Inoltre, aiuta a ridurre l’impatto ambientale del carbonio, visto che i prodotti non vengono esportati.

6) Guarda dove butti il mozzicone di sigaretta

6) Guarda dove butti il mozzicone di sigaretta
Le sigarette costituiscono il maggior fattore contaminante dell’oceano, causando danni seri all’ecosistema marino. Assicurati di gettare i mozziconi nella spazzatura e non per terra.

7) Non dare soldi a bambini mendicanti

7) Non dare soldi a bambini mendicanti
Vedere un bambino con occhioni grandi chiedere delle elimosine rende difficile girarsi dall’altra parte. Spesso però è la miglior cosa, soprattutto durante il periodo estivo. Purtroppo spesso ci si trova delle bande criminali dietro a gestire il tutto. Aiutarli può costituire un incentivo per non andare a scuola visto che possono guadagnare dai turisti. Una buona azione invece, è donare ad organizzazioni della CARITAS, o altre associazioni di aiuto, per contribuire a risolvere il problema dalla radice.

8) Occhio all’acquisto di souvenir

8) Occhio all'acquisto di souvenir
Acquistare sul posto è fantastico, ma assicurati che ciò che stai comprando è prodotto in maniera etica e non include lo sfruttamento di persone o animali. Presta particolare attenzione ai prodotti fatti di avorio, denti od ossa, penne d’oca, becchi o altre parti d’animale.

9) Rispetta la cultura locale e la gente

9) Rispetta la cultura locale e la gente
Fare delle ricerche online prima di partire può essere d’aiuto! Impara gli le tradizioni, le usanze e cosa non fare durante in un certo paese! Si consiglia di studiare le frasi di base, giusto per poter magari ordinare anche un bicchiere d’acqua in lingua locale. È anche importante sapere quale abbigliamento è considerato appropriato nelle diverse culture. Nell’era di internet, non ci sono scuse per non prepararsi prima del viaggio!

10) Spargi la voce!

10) Spargi la voce!
Fai da esempio e condividi le ragioni per cui fai determinate scelte. Sensibilizzare su queste problematiche amici, vicini e la famiglia può contribuire ad avere una mentalità più aperta. Su CheckMyBus, incoraggiamo sempre la gente a viaggiare il più possibile per esplorare il mondo con i mezzi di trasporto più convenienti. Vogliamo che le persone viaggino in modo intelligente e responsabile. Quindi, spargi la voce!

Condividi questo post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.