E se i rifiuti si trasformassero in attrazioni turistiche?

E se i rifiuti si trasformassero in attrazioni turistiche?Nel nostro blog abbiamo affrontato più volte il tema dell’eco-sostenibilità ed, in particolare, di come l’autobus low-cost sia vantaggioso rispetto ad altre forme di trasporto. Ma cosa succederebbe se i rifiuti si trasformassero in attrazioni turistiche? L’immondizia fa parte della nostra quotidianità, ma nonostante ciò non pensiamo spesso ai risvolti positivi che questa potrebbe apportare alla nostra vita. Che sia per puro caso o per opera dell’uomo, i rifiuti, nelle sue varie forme, hanno trasformato i seguenti luoghi in attrazioni turistiche.

Monte Testaccio, Roma


Ai tempi dell’antica Roma i vasi di terracotta, conosciuti anche come anfore, furono utilizzati per conservare di tutto, dall’olio fino al vino o acqua e furono utilizzati anche per portare olio d’oliva attraverso il grande Impero Romano. Ma dove si gettavano i vasi rotti? A quel tempo ovviamente non c’era ancora la raccolta differenziata, per cui molti cocci venivano scaricati in un vecchio porto di Roma. Il gigantesco mucchio di brocche di terracotta dell’epoca dell’Impero Romano è costituito da circa 53 milioni di anfore ed ancora oggi è possibileammirare questa immondizia ricca di storia!

🚌 Autobus verso Roma 🚌

Le Petit-Paris, Montauban

È un modello in miniatura della città francese di Parigi, con i suoi importanti ponti della città, e la sua particolarità è che è stata costruita utilizzando solamente materiali riciclati, come lattine, barattoli, e altri oggetti che altrimenti finirebbero nella spazzatura. Gerard Brion è la mente dietro questo progetto, in costruzione da più di un decennio. In origine l’idea era nata per rappresentare un cortile parigino, ma con gli anni si è sviluppata per includere i più famosi punti nevralgici della città, tquali l’Arco del trionfo e la Torre Eiffel.

🚌 Autobus verso Montauban 🚌

Slab For The Ruhr, Essen


Un’opera d’arte sulla cima di una montagna di rifiuti minerari. La scultura in acciaio è un’opera dell’artista americano Richard Serra, e il suo scopo è quello di onorare l’industria mineraria del settore. Fino al 1997, l’industria mineraria locale in Essen e dintorni era riuscita a creare una collina alta 50 metri fatta completamente di rifiuti minerari. Nel tentativo di abbellire la montagna di scorie giganti e di creare un monumento all’industria, Serra ha deciso di apporre in cima alla stessa un monumento d’acciaio alto circa 4 metri.

🚌 Autobus verso Essen 🚌

cmblogoL’importanza del riciclaggio è fondamentale al giorno d’oggi in cui il nostro pianeta affronta una crisi. Con il riscaldamento globale, è estremamente importante riciclare e quindi riutilizzare i materiali per ridurre la lettiera e vivere meglio. Anche l’autobus low-cost aiuta l’ambiente con le sue basse emissioni di CO2, garantendo così un futuro migliore per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *