FlixBus fa affidamento sugli autobus elettrici in Francia!

FlixBus fa affidamento sugli autobus elettrici in Francia!In Francia, il mercato degli autobus è stato liberalizzato dall’estate 2015 e continua a crescere. Presente fin dall’inizio sulle strade di Hexagon, il colosso tedesco FlixBus è oggi uno dei leader del settore nel paese, ma continua a crescere e intende allargare il gap con i suoi concorrenti, in particolare affidandosi agli autobus elettrici.

Gli autobus verdi sono sempre più ecologici!

È noto che il traffico stradale a Parigi e nei dintorni può a volte essere difficile. Questo è particolarmente vero in estate, quando le linee infinite di veicoli rilasciano gas di scarico nell’atmosfera già calda. Ma nel bel mezzo di auto e camion, un autobus verde di FlixBus rimane pulito: funziona solo con l’energia elettrica! Questo è il bus Yutong ICe 12, prodotto da un produttore cinese, e che FlixBus sta attualmente testando in Franci sui 150 chilometri della linea Parigi-Amiens. Fino ad ora, nessun produttore europeo è in grado di garantire tale autonomia, senza ricaricare, con un autobus elettrico. Mentre gli autobus elettrici sono più rispettosi dell’ambiente, hanno anche molti vantaggi per guidatori e passeggeri. Sono meno rumorosi dei veicoli termici, rendono il viaggio più piacevole e meno stancante per i passegeri.

FlixBuPer sfruttare la sua connessione ecologica in Francia, FlixBus ha stretto una partnership con una società nella regione di Parigi, la Autocars Dominique così come con B.E Green. Quest’ultimo ha già guidato alcuni autobus elettrici in varie città per alcuni anni, per il trasporto scolastico o per le aziende. Ma la linea Parigi-Amiens-Parigi è il primo collegamento a lunga distanza. Dall’aprile 2018, un autobus effettua i viaggi avanti e indietro nei giorni feriali, due nei fine settimana. Lefranc-Yvan Morin, direttore del FlixBus Francia spiega: “Abbiamo avuto per lungo tempo il piano di inaugurare una linea servita da bus elettrici, e sapevamo essere verde specializzata in questo campo, così li abbiamo avvicinati. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *