Las Vegas non si ferma mai: casinò, hotel di lusso ed ora autobus senza conducente

Notizie

Las Vegas non si ferma mai: casinò, hotel di lusso ed ora autobus senza conducenteA Las Vegas il divertimento non manca di certo: dai famosi casinò, uno tra i più noti il Bellagio, sino agli innumerevoli spettacoli da vedere, ora si aggiunge anche la possibilità di raggiungere queste attrazioni imbarcandosi su un autobus privo di conducente. Sì, avete capito bene, si tratta proprio di un veicolo a guida autonoma! L’iniziativa è stata realizzata dalla ditta francese Navya in stretta collaborazione con ufficiali della città ameriana e con l’azienda di trasporto pubblico Keolis, che hanno battezzato l’autobus con il nome di Arma.

La città dà quindi il via ad un esperimento che intende testare la tecnologia autonoma, offrendo al pubblico corse gratuite su un bus navetta che si ferma nel centro più trafficato della città. L’obiettivo è decongestionare un’area normalmente sottoposta ad uno stress di traffico intenso per diverse ore al giorno all’interno di una città che accoglie milioni di turisti ogni anno, oltre che a dover essere attraversata dagli stessi abitanti. La navetta effettuerà solo tre fermate sul suo circuito da 0,6 miglia, ma gli operatori la definiscono “il più grande progetto pilota autoguidato negli Stati Uniti“. La navetta può ospitare fino a otto passeggeri, incluso un autista di sicurezza. Nella pratica, l’hardware e il software del veicolo gestiranno tutte le operazioni di guida, per cui non sarà letteralmente un’esperienza “senza conducente”.

L’autobus utilizza una tecnologia GPS altamente sofisticata che gli permette di mantenere la rotta, proprio come gli altri veicoli di questo tipo. Se il veicolo supera il periodo di prova, sarà pianificato un servizio permanente per l’inizio dell’autunno 2018. I costi sono di circa $ 10.000 al mese, ma l’azienda prevede di controbilanciare questa cifra grazie alla pubblicità visibile dall’esterno del veicolo e sugli schermi interni allo stesso.

Ma Las Vegas non è l’unica città a sperimentare le navette a guida automatica: Anne Arbor, in Michigan, ha di recente fatto partire dei furgoni autonomi costruiti da Navya nel campus dell’Università del Michigan. Persino la Apple sta valutando l’idea di utilizzare autobus autonomi per trasportare i dipendenti tra il vecchio quartier generale ed il nuovo.

Condividi questo post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *