Sposarsi in autobus? A Las Vegas si può!

Sposarsi in autobus? A Las Vegas si può!Quando si pensa al matrimonio, si associa immediatamente l’idea di una cerimonia tenuta in una chiesa, in un tempio o in un qualsiasi altro luogo magico dove riunire famiglia e amici per una celebrazione da ricordare per anni. Ebbene, ad ognuno il diritto di vivere questo momento indimenticabile come, e soprattutto dove, meglio ritiene. Ora, l’American Automobile Association (AAA) ha avuto un’idea originale e moderna: celebrare matrimoni in viaggio. O meglio, a bordo di un autobus senza conducente!

Quel che succede a Las Vegas…rimane sull’autobus!

Abbiamo già tutti sentito parlare di coppie che vanno a Las Vegas e, magari al termine di una serata all’insegna della festa, sposarsi in una delle sue piccole chiese vicino ai casinò, con un prete vestito da Elvis. Ma questa città, che ama gli estremi e lo sfarzo, non smette mai di sorprendere: l’American Automobile Association, infatti, ha lanciato una competizione per trovare la prima coppia che vuole unirsi ufficialmente in matrimonio a bordo di uno dei suoi nuovi autobus autonomi. I partecipanti devono solo compilare un modulo online e potranno vincere questa opportunità unica di sposarsi dentro uno degli autobus autonomi che girano per questa poliedrica città americana.

L’autobus autonomo negli USA

L'autobus autonomoLe navette AAA, progettate dalla startup francese Navya, sono operative dal novembre scorso. Sono dotati di sensori lidar, GPS, telecamere e connettività veicolo-infrastruttura (V2l) che consente loro di scambiare dati con sensori integrati nei segnali stradali di Las Vegas. Ospitano fino a otto passeggeri, compreso un operatore umano pronto a riprendere il controllo dal sistema in caso di emergenza. Questo è un servizio gratuito per i visitatori di Las Vegas che possono così viaggiare tranquillamente dal Downtown Container Park, con fermate a Fremont Street Experience e The Donut Bar. In totale, i passeggeri possono superare otto incroci cittadini, sei semafori e due segnali di stop, il tutto senza un conducente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *