8 cose da sapere prima di partire per un viaggio in Tailandia

8 cose da sapere prima di partire per un viaggio in TailandiaMilioni di turisti visitano ogni anno la Tailandia, nota nel mondo come il paese dei sorrisi per via della cordialità dei suoi abitanti. Adatta ai viaggiatori zaino in spalla così come alle famiglie e agli amanti del lusso, la Tailandia offre una grande varietà di paesaggi e cultura. Prima di partire però è bene avere alcune informazioni per non trovarsi impreparati all’arrivo. Ecco 8 cose da sapere prima di partire per un viaggio in autobus in Tailandia!

1. La stagione delle piogge non è terribile come potrebbe sembrare

1. La stagione delle piogge non è terribile come potrebbe sembrareLa Tailandia è una meta turistica molto battuta. L’alta stagione, che va da dicembre a febbraio, è sicuramente il periodo con il clima più gradevole ma è anche il momento in cui i prezzi in tutto il paese sono alle stelle. Da aprile in poi l’umidità è molto alta e il flusso di turisti diminuisce di conseguenza. La stagione delle piogge, che va da giugno a ottobre (varia in base alla zona), è invece il momento per viaggiare se si vuole risparmiare. Considerate per altro che le temperature in Thailandia raramente scendono sotto i 28° e che il monsone tailandese è considerato tra i più “leggeri” del Sud Est Asiatico. I prezzi di voli, hotel, autobus e ristoranti si abbassano notevolmente. Per chi ha più tempo a disposizione è un’occasione da non perdere!

2. Thai Food: due o tre cose da tenere a mente

2. Thai FoodI tailandesi mangiano per strada e a tutte le ore. Lo street food è parte della cultura locale. Non lasciatevi intimidire da leggende metropolitane e preoccupazioni. A Bangkok, in particolar modo a China Town, è assolutamente un’esperienza must.
Al ristorante, invece, non stupitevi se vi porteranno come unica posata un cucchiaio. A volte ci sarà anche una forchetta ma è buona educazione utilizzarla unicamente per accompagnare il cibo sul cucchiaio! Infine, il cibo thai è delizioso ma spesso piccante (intendiamo parecchio più piccante di quello che trovate nei ristoranti in Europa!). Non fatevi problemi a domandare un chili in meno.
Stavamo per dimenticarci: nelle zone più turistiche troverete anche chi vi offrirà scorpioni e larve fritte. Evitate, il più delle volte sono solo trappole per turisti. Non guastatevi l’appetito, il Pad Thai vi attende…

3. L’autobus è il modo migliore per viaggiare

3. Viaggiare in autobusMuoversi in Tailandia è facile ed economico. I voli interni sono il modo più veloce per viaggiare da una destinazione all’altra per chi ha poco tempo a disposizione e qualche soldino in più, altrimenti treni e autobus sono sicuri e confortevoli, dotati di Wi-fi, aria condizionata e spesso anche pasto a bordo. Per i lunghi tragitti sono inoltre frequenti gli autobus notturni, noi li abbiamo provati e sono davvero convenienti e sicuri. Per esempio, per chi desidera visitare respirare l’atmosfera magica della Tailandia settentrionale, la tratta Bangkok – Chiang Mai è disponibile a partire da 13,65 €. Per chi invece sogna le spiagge dorate: Bangkok – Phuket da 16,41 €.
Puoi controllare gli orari e prenotare i tuoi viaggi sul nostro motore di ricerca, oppure utilizzando l’app di CheckMyBus, disponibile per Android e iOS.

4. Impariamo le buone maniere

4. Impariamo le buone maniere
Toccare la testa di qualcuno è un segno di grande maleducazione, anche nel caso in cui si tratti di bambini. In particolare poi, le donne devono stare attente a non toccare per nessuna ragione i monaci buddisti.
Se si vuole essere particolarmente rispettosi delle usanze locali si può imparare a salutare con il Wai: unendo i palmi delle mani al petto e abbassando leggermente la testa in un gesto simile alla preghiera. Nel caso in cui siano gli altri a salutare con il Wai è buona educazione ricambiare.
Il saluto “standard” tailandese è Sawasdee (si pronuncia “sah-wah-di”) con la variante sah wah dee khrap nel caso in cui siate uomini, sah wah dee khaa nel caso in cui siate donne.

5. Le spiagge e le isole più famose sono anche le più affollate

5. Spiagge famoseCome già detto la Tailandia è uno tra i paesi più visitati al mondo. Non stupitevi dunque se la spiaggia deserta con la sabbia bianca che avete visto su Instagram si rivelerà invece essere super affollata. Se cercate feste e compagnia troverete sicuramente pane per i vostri denti alle Phi Phi Islands o a Koh Phangam, dove ogni mese i backpacker si riuniscono per il full moon party, altrimenti vi basterà una veloce ricerca online per scovare le isole minori, più adatte agli amanti della natura e della tranquillità.

6. Tuk-tuk? Sì grazie!

6. Tuk TukAssolutamente da evitare a Bangkok, dove è meglio muoversi con i mezzi locali (in particolare con la metropolitana) o utilizzando Uber, il Tuk-tuk è il mezzo di trasporto per eccellenza del Sud Est Asiatico. Vi servirà per raggiungere il vostro ostello dalla stazione degli autobus, per scoprire templi e spiagge nascoste. Ma ricordatevi sempre di contrattare il prezzo prima di salirci sopra!
In alcune zone i driver sono particolarmente insistenti con i turisti, siate decisi nel rifiutare e fate attenzione a chi vi dice che questo o quel posto è chiuso per lavori in corso o nel caso in cui cerchino di convincervi ad andare in un negozio di un amico. Comunicate la vostra destinazione, contrattate sul prezzo e una volta a bordo godetevi le città o i paesaggi che vi scorrono accanto. Una corsa in Tuk-tuk è un rito di passaggio quando si fa un viaggio in Thailandia!

7. Scimmie & co.

7. Scimmie & co.Vi capiterà di trovare adorabili scimmiette sulla spiaggia o abbarbicate sui templi. Per nessuna ragione date loro da mangiare! Le scimmie sono animali selvaggi e come tali vanno rispettate nel loro ambiente, sopratutto perché possono diventare molto fastidiose e – a volte – pericolose. Stessa regola vale per gli elefanti. In particolare evitate di investire il vostro denaro in passeggiate su uno di loro.
Per quanto riguarda gli insetti la regola è una sola: comprate il repellente per zanzare! La Thailandia non è una zona malarica ma dal tramonto in poi le zanzare possono diventare davvero insostenibili.

8. Consigli per gli acquisti

8. Consigli per gli acquisti
Fate shopping! I mercati notturni di Bangkok sono leggendari. Troverete di tutto: vestiti, souvenir, banchetti di street food, scarpe e tanto altro. Un consiglio: se non li avete già in valigia compratevi subito un paio di ciabatte e una sciarpetta, vi saranno fondamentali per quando entrerete e uscirete dai templi, dove si entra rigorosamente scalzi ma con le spalle coperte.
Infine un ultimo importantissimo consiglio: non parlate male del re! In Tailandia la famiglia reale è una faccenda molto seria e i commenti degli stranieri a riguardo non sono ben accolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *